Gli investimenti alternativi sono la risposta al rompicapo del Covid-19

Martedì, 10/27/2020

Il tradizionale portafoglio bilanciato composto da azioni aggressive e obbligazioni difensive non è più sufficiente nel contesto di investimento attuale. Gli investitori alla ricerca di strumenti in grado di resistere alla volatilità e generare alpha dovranno inoltre prendere in considerazione allocazioni alternative : il fondo di fondi alternativo OYSTER BM Alternativos consente di effettuare questa scelta.

Martedì 27/10/2020 - 06:16

Lanciato a ottobre 2019, questo prodotto su misura gestito dal fornitore di investimenti alternativi leader SYZ Capital, in collaborazione con Banca March, ha guadagnato il 3,9% e registra un rialzo del 2,5% dall’inizio dell’anno, registrando performance migliori di molti fondi peer. Sulla scia di questa solida performance, la strategia ha riscosso molto successo superando i 100 milioni di EUR di attivi, con circa la metà degli afflussi ottenuti nel 2020.

Gestita da un team guidato da Cédric Vuignier, Head of Liquid Alternative Managed Funds, che vanta vent’anni di esperienza negli investimenti alternativi e negli hedge fund, OYSTER BM Alternativos investe in strategie equity hedge, event driven, macroeconomiche e relative value selezionate allo scopo di fornire resilienza alle contrazioni del mercato.

Qualità e flessibilità

Il team attribuisce la solida performance registrata dalla strategia nel suo primo anno di esistenza all’allocazione degli investimenti, nonché alla qualità dei gestori selezionati. Nel segmento degli hedge fund, le comprovate risorse di analisi globale di SYZ Capital e la sua rete consolidata consentono un accesso privilegiato a investimenti e fondi di nicchia, che sarebbero altrimenti inaccessibili.

Nel corso del periodo, due dei principali temi di investimento del team hanno riguardato il Giappone e l’arbitraggio di titoli convertibili.

“Abbiamo mantenuto un approccio positivo nei confronti del Giappone sin dall’implementazione delle riforme sulla corporate governance volute dell’ex primo ministro Shinzo Abe. Dato che questi cambiamenti normativi si riversano nelle mentalità aziendali, abbiamo scelto un gestore capace di sfruttare questa evoluzione, che ci ha permesso di guadagnare oltre il 20%”, ha dichiarato Vuignier.

“Un altro settore verso cui abbiamo mantenuto il nostro interesse negli ultimi tre anni è stato quello dell’arbitraggio di titoli convertibili. Siamo stati esposti a questo tipo di strategia, che beneficia, dal lancio, dell’aumento della volatilità e di nuove emissioni e ciò ha contribuito per circa lo 0,85% alla performance. Si tratta di una delle più importanti posizioni in un portafoglio concentrato di 15 fondi”.

Inoltre, la flessibilità della strategia ha consentito al team di ridurre rapidamente le esposizioni ai titoli con beta più elevato nel momento in cui le notizie di una diffusione del Covid-19 hanno penalizzato i mercati a febbraio. Da inizio marzo, le riunioni del comitato per gli investimenti (durante le quali il team di gestione del portafoglio rivede le sue posizioni, in base alle opinioni macroeconomiche di approccio top-down di Banca March) che solitamente si tenevano una volta al mese si sono svolte una volta alla settimana, mentre il monitoraggio della liquidità è stato incrementato.

Come spiega Vuignier: “Le strategie basate sugli hedge fund si esplicitano tradizionalmente nell’attività di acquisto e mantenimento delle posizioni, mentre noi abbiamo la capacità di essere attivi e dinamici. Pur avendo apportato alcuni cambiamenti dal lancio, a fronte della qualità della nostra analisi e selezione titoli, siamo stati in grado di reagire rapidamente allo scoppio della crisi creata dal Covid-19, apportando alcuni cambiamenti necessari al portafoglio. È stata inoltre condotta un’analisi delle conseguenze della crisi, che ha comportato un cambiamento. Avevamo previsto una migliore resilienza ai ribassi da parte di un fondo relative value. Tale fondo si è ripreso ma, poiché non contribuiva al raggiungimento del livello di diversificazione desiderato, lo abbiamo sostituito”.

Una solida collaborazione

Questa strategia si basa su una stretta collaborazione ed è stata pensata per soddisfare gli obiettivi dei clienti di Banca March, oltre a rappresentare un nuovo afflusso di reddito per la banca spagnola. Oltre ad avere accesso alle riunioni di investimento, il cliente può anche intrattenere un dialogo costante con il team di gestione del portafoglio.

Vuignier riflette sull’importanza di questa vicinanza: “La capacità di stabilire un buon rapporto con i clienti crea una situazione favorevole per tutti. Il fatto di essere coinvolta da vicino nel processo di gestione del portafoglio e avere la possibilità di apportare le proprie competenze macroeconomiche, consente a Banca March di fornire un forte contributo al successo della strategia”.

“Nell’attuale scenario di mercato è difficile raggiungere la diversificazione con un modello di portafoglio tradizionale fatto di azioni e obbligazioni e gli investitori dovranno quindi trovare nuove modalità di diversificazione. Prevediamo di collaborare con altre società per proporre ai clienti strategie di riduzione della volatilità flessibili. Molte banche e gestori patrimoniali più piccoli non dispongono della struttura necessaria per farlo”.

Lanciata da Marc Syz nel 2018, SYZ Capital mira a rendere accessibili a tutti gli investimenti alternativi, storicamente appannaggio degli investitori istituzionali. SYZ Capital offre ai clienti privati la possibilità di investire insieme alla famiglia Syz e al Gruppo in una serie di strategie non correlate ai mercati dei capitali più tradizionali. SYZ Capital gestisce attualmente un patrimonio di 1,5 miliardi di EUR, in investimenti alternativi liquidi e illiquidi.